Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

Cts dà via libera all'uso di Test rapidi per screening anti-Covid nelle scuole

mercoledì 30 settembre 2020
Cts dà via libera all'uso di Test rapidi per screening anti-Covid nelle scuole Test rapidi per screening anti-Covid nelle scuole: il Comitato tecnico scientifico ha dato il via libera all’uso di test antigenici sui bimbi. In questo modo si potrà distinguere in maniera tempestiva – nel giro di 20-30 minuti – chi ha solo una sindrome influenzale da chi, invece, è stato contagiato dal virus. Ma in cosa consistono i test antigenici? E in quali casi verranno utilizzati?

Sulla base dell’accordo di massima raggiunto nel corso della riunione sulla bozza della circolare presentata dal ministero della Salute in cui si afferma che “ai fini esclusivi di screening è possibile utilizzare i test antigenici” nelle scuole, il Cts dà quindi il suo ok all’utilizzo degli esami che vanno a caccia della proteina spike del Sars-Cov2 e danno una risposta in pochi minuti, alla stregua di come già accade negli aeroporti.
Lo indica il ministero della Salute in una circolare, specificando che “l’utilizzo di tali test antigenici rapidi è in grado di assicurare una diagnosi accelerata di casi di Covid-19, consentendo una tempestiva diagnosi differenziale nei casi sospetti tra sindrome influenzale e malattia da Sars-CoV2”.

Un passo necessario visto che, alla vigilia dell’arrivo dell’influenza stagionale, vi sarà “un probabile ampliamento dell’esigenza di prevenire, attraverso l’effettuazione di test, l’incremento dei contagi”. Per questo, si legge ancora nella circolare, “il ministero ritiene che l’utilizzo dei test antigenici rapidi possa accelerare, anche nelle scuole, la diagnosi dei casi sospetti di Covid-19. È infatti “del tutto lecito assumere che la frequenza di episodi febbrili nella popolazione scolastica nel periodo autunnale e invernale sia particolarmente elevata, e che sia necessario ricorrere spesso alla pratica del tampone per escludere in tempi rapidi la possibilità che si tratti di Covid-19, nonché per individuare prontamente i casi, isolarli e rintracciare i contatti”.

Da qui anche la necessità, visti i tempi ristretti, di ricorrere anche al test antigenico rapido se si è in presenza di un caso sospetto o davanti al rischio di un possibile contagio del personale scolastico o degli alunni.

(Fonte: GeenME)

Condividi su
Partners